Impianti per Fonderia

Servizi per fonderia e industria metallurgica

In un team di lavoro dedito a collaborare a stretto contatto con l’anima del cliente, l’azienda garantisce una gamma completa di servizi per la progettazione e l'automazione di fonderie, con particolare attenzione allo studio del processo produttivo.

Mescolatori continui

Mescolatori continui ad alta velocità, a braccio singolo, a bracci articolati, basculanti, mobili su carro, adatti a tutti i procedimenti auto-indurenti No-Bake. Portata sabbia da 3 a 60 t/h. Sistemi di controllo flusso leganti e d i riscaldamento sabbie.
Mescolatori a braccio singolo WSS MS
Mescolatori a bracci articolati WSS MD
Mescolatori a braccio basculante WSS MDB
Mescolatori braccio singolo traslante WSS MST
Mescolatori a braccio basculante WSS MDB
  • Vasca di mescolazione

    La vasca e costituita da una struttura portante che sostiene due mezzi gusci uniti in senso longitudinale ed incernierati in un solo punto alla base dell'ingresso sabbia. Grazie a questo sistema di apertura, l'accessibilita per manutenzione e pulizia e eccellente.

    Può essere dotata di camicia di usura intercambiabile (optional). Contiene un'asta di mescolazione alla quale sono fissate delle palette intercambiabili, realizzate in acciaio e con riporto di una placchetta di carburo di tungsteno, sulla faccia interessata dalla mescolazione.

  • Primo braccio

    Nei mescolatori a bracci articolati il primo braccio e costituito da una struttura portante e contiene un nastro veloce di trasporto che permette il cambio rapido delle diverse sabbie. Le serrande pneumatiche di alimentazione del mescolatore

    consentono un preciso dosaggio della quantità di sabbia in ingresso. Permettono il dosaggio di sabbie diverse: singole, in miscela e con portate differenti, unicamente premendo un pulsante

  • Circuiti Leganti

    I fluidi sono mantenuti costantemente in circolo dal sistema di pompaggio e per mezzo di elettrovalvole che consentono lo scambio tra la via di ritorno ai serbatoi di stoccaggio e la via di immissione agli iniettori. Gli iniettori sono realizzati in modo da garantire, mediante l'immissione di aria, un ottimo effetto di atomizzazione e un’ottima pulizia degli stessi. Le pompe dosatrici variano in funzione del procedimento chimico scelto e sono comandate da variatori specifici o da inverter, a seconda dell’applicazione. Esse garantiscono sempre la necessaria precisione di dosaggio ed una notevole costanza dei valori.

  • Optional

     

      AUTOCAT 1

      Il programma software AUTOCAT 1 per la regolazione dei tempi di indurimento della sabbia opera sul dosaggio del catalizzatore, con differente reattività nel processo di mescolazione. Il dosaggio dei del catalizzatore viene bilanciato in funzione della temperatura delle sabbie utilizzate e dell'area di lavoro.

      Il programma di calcolo AUTOCAT 1 dosa il catalizzatore in funzione delle caratteristiche di reattività stabilite per il procedimento impiegato, in base a come è stato impostato lo sbilanciamento del catalizzatore rispetto alle temperature in ciclo.

      L'operatore, attraverso il display sul quadro elettrico, visualizza un grafico indicativo del dosaggio del catalizzatore e può intervenire variando la sensibilità del sistema alle variazioni di temperatura, per il calcolo dello sbilanciamento della quantità di liquido necessaria.


      AUTOCAT 2

      Il programma software AUTOCAT 2 per la regolazione dei tempi di indurimento della sabbia opera sul dosaggio di due catalizzatori "Forte" e "Debole", con differente reattività nel processo di mescolazione. Il dosaggio dei due catalizzatori viene bilanciato in funzione della temperatura delle sabbie utilizzate e dell'area di lavoro.

      Il programma di calcolo AUTOCAT 2 dosa i catalizzatori in funzione delle

      caratteristiche di reattività stabilite per il procedimento impiegato, in modo che la somma delle portate dei due fluidi, risulti sempre costante al valore fisso prestabilito in funzione della portata di resina.

      L'operatore, attraverso il display sul quadro elettrico, visualizza un grafico indicativo del dosaggio dei catalizzatori e può intervenire variando la sensibilità del sistema alle variazioni di temperatura, per il calcolo del rapporto catalizzatore ''Debole'' / ''Forte''.


      Serbatoi

      Serbatoio dotato di intercapedine per il condizionamento dell'acqua di riscaldamento. La temperatura delle resine viene mantenuta costante a mezzo di una resistenza, comandata da termostato che riscalda l'acqua nell'intercapedine.


      AFP - AUTO FLOW PUMP

      Il programma software AFP garantisce un flusso costante dei leganti per la preparazione della miscela di sabbia secondo il valore prefissato dall'utente attraverso il pannello operatore.

      La costanza della portata è garantita tramite un sistema di regolazione automatico della velocità delle pompe, in loop continuo con segnale di feedback dai flussimetri per la misurazione istantanea della portata di ciascun circuito agglomerante.

      Il sistema prevede il controllo del funzionamento dei circuiti di dosaggio dei fluidi agglomeranti con soglie di allarme per gli eventuali malfunzionamenti, che potrebbero compromettere la qualità di preparazione della miscela di sabbia.


      Auto batching pump

      Il programma software ABP permette di poter calibrare le pompe e a sua volta la quantità di liquido richiesta per ogni programma in modo automatico.

      Con l’ausilio di una bilancia e di un apposito contenitore, il sistema è in grado di creare la curva della portata della pompa ed automaticamente di identificare la velocità di essa per la quantità di liquido richiesta per ogni programma. Il sistema serve inoltre per identificare l’usura della pompa e a sua volta monitorare determinare i tempi di sostituzione.

      Sarà presente una pagina a pannello operatore dove verrà visualizzata la curva di ogni pompa ed il suo settaggio.


      Auto batching pump + capacity continue control

      A differenza del solo sistema ABP il CCP ha la possibilità di avere la calibrazione automatica delle pompe e di avere un controllo continuo della quantità di liquido in ciclo.

      Grazie ad un sistema di bilance separate per ogni liquido, durante il ciclo del mescolatore viene controllata in tempo reale la quantità di liquido usata e grazie a delle soglie di allarme viene tenuto sotto controllo il liquido immesso nel mixer in modo da non compromettere la qualità di preparazione della miscela di sabbia.


      Autoapprendimento

      Il software di autoapprendimento è in grado di salvare in un DATABASE ogni movimento che l’operatore compie con il mixer per ogni modello che viene formato e successivamente replicarlo.

      Verranno create delle ricette dove l’operatore ha la possibilità di salvare il tipo di programma (sabbia percentuale agglomeranti) e codice modello da formare.

      L’area di movimento del mixer sarà delimitata da delle barriere di sicurezza che saranno attive durante il movimento automatico del mixer.


      Circuito di pulizia

      Gruppo liquido di pulizia per vasca di mescolazione, composto da serbatoio per liquido di pulizia, capacità 50 litri ed una pompa a pistone con azionamento pneumatico;

      Tubazioni e raccordi di collegamento, ugello di iniezione liquido sulla vasca di mescolazione con nebulizzatore ad aria compressa;

      Pulsante di azionamento sulla pulsantiera di comando della macchina.


      Fitro aspirazione - ciclone

      Separatore a ciclone per scarico polvere dalla bocca del mescolatore e dal nastro trasportatore primo braccio (se installato). Il separatore a ciclone è costituito da una ventola montata su un involucro cilindrico e conico. La forma del corpo del separatore causa un ciclone d'aria interno che, a causa della forza centrifuga, separa le particelle con un peso specifico superiore in base al principio della gravità. Filtro a maniche per filtrazione polveri.


      Comandi mixer

      -Pulsantiera pensile su testa mixer

      -Pulsantiera su colonnina provvista di pulsanti per selezione programmi, start/stop mixer, start/stop ciclo e joystick per movimentazione mixer

      -Radiocomando composto da pulsanti per selezione programmi, start/stop mixer, start/stop ciclo e joystick per movimentazione mixer, verrà fornita anche una pulsantiera cablata con cavo da 15m in caso di malfunzionamento o rottura del radiocomando.


Linee di formatura Fast Loop

Linee di formatura Fast Loop in motta o staffa con processi auto-indurenti, a funzionamento manuale o automatico con diversi livelli di automazione. Linee di colata e raffreddamento in piano o a magazzino verticale. Ritmi produttivi fino a 60 motte/ora.
  • Fast Loop tipico

    I cantieri di formatura ad indurimento chimico Fast Loop consentono la massima razionalizzazione dell’impiego dei più moderni leganti, anche se a rapidissima presa. Negli impianti Fast Loop le singole operazioni sono eseguite in maniera indipendente l’una dall’altra in modo tale che il tempo di ciclo sia minimizzato, anche se perfettamente adeguato ad ogni modello utilizzato.

    La possibilità di realizzare notevoli varianti di layout consente la collocazione dell’impianto secondo le diverse esigenze di flusso produttivo. La concezione modulare della sua costruzione permette una perfetta adattabilità del progetto agli spazi disponibili nella fonderia.

    Il livello di automazione può variare notevolmente, in funzione delle esigenze operative.

  • Aree fast loop

    Il sistema e formato da tre zone principali: la zona di preparazione delle casseforme, la zona di formatura e la zona di sformatura, queste sono collegate tra loro con trasferitori che agiscono indipendentemente l'uno dall'altro sulle placche porta modello, con il criterio dell'avanzamento al settore libero piu prossimo all’operazione successiva. E’ consentito l’uso contemporaneo di 6-8 modelli differenti l’uno dall'altro anche nelle dimensioni.

    Il sistema si completa con le varie apparecchiature di ausilio alla verniciatura ed alla chiusura e con linee di movimentazione delle motte per la colata e raffreddamento, nonchè con la zona di distaffaggio.

Distaffaggio e raffreddamento sabbie

Distaffatori e griglie distaffatrici per motte o staffe. Impianti di raffreddamento e sgrumatura della sabbia.
  • Distaffatori

    Costituiti da: griglia principale – Molle di sostentamento e isolamento vibrazioni – Motovibratori collegati dall’albero – Scarico materiali.

    La griglia principale è costruita in robusto acciaio elettrosaldato, permette un facile sgretolamento delle motte per il recupero dei getti, garantendo contemporaneamente la separazione e la raccolta dei raffreddatori e delle materozze. La forma superiore della griglia può essere realizzata piana, oppure con forma a cuspide per la rapida apertura delle forme o ancora con inclinazione verso il prelievo dei getti per facilitarne lo scarico. Su richiesta può essere fornita con esecuzione bullonata e sostituibile.

  • Distaffatori continui
  • Griglie vibranti

    Differiscono dai distaffatori per l’utilizzo di motovibratori al posto dell’asse con masse eccentriche. Hanno minor ingombro e sono più adatti ad impieghi più “leggeri”.

  • Raffreddamento sabbia

    Nei casi di elevata temperatura della sabbia viene impiegato un raffreddatore a letto fluido e scambiatore ad acqua, collegato ad una torre evaporativa, montato direttamente sotto il distaffatore. La sabbia così raffreddata può essere trasportata pneumaticamente alla rigenerazione.

Impianti di rigenerazione sabbie

Impianti di rigenerazione sabbia di tipo meccanico, dinamico e termico, adatti a processi No-Bake
  • Rigenerazione termica sabbia a gas

    Costituita da 4 elementi principali: Impianto Gas – Letto fluido di Calcinazione – Raffreddamento – Aspirazione, è un impianto che garantisce massima efficienza e semplicità, minimi consumi, elevata qualità della sabbia, ridotte emissioni di inquinanti e il completo controllo del processo.

  • Rigenerazione dinamica della sabbia

    Questo sistema è particolarmente adatto per le resine fenoliche alcaline e per le resine furaniche, fenoliche e poliuretaniche, quando il rapporto sabbia-metallo è particolarmente alto.

Trasporti Pneumatici

Impianti di trasporto pneumatico e stoccaggio della sabbia . I trasporti pneumatici sono sistemi che consentono di trasportare sabbia silicea nuova, rigenerata o sabbie speciali, ai punti di utilizzo o di trattamento. Sono composti da varie parti assemblate a seconda delle esigenze ed utilizzano, quale mezzo di trasporto, aria compressa che deve essere secca ed esente da olio.
  • Propulsori

    Propulsore per trasporto in fase densa con capacità da 50 a 1000 litri per portata fino a 40 t/h. Funzionamento completamente automatico e manuale per trasporto di

    sabbie, bentoniti, amidi, cemento e polveri dei filtri a temperature massime fino a 200°C. Esercizio con bassi consumi di aria compressa a pressioni da 1 a 4,5 Kg/cm2. Manutenzione ridottissima. Collaudo secondo norme I.S.P.E.S.L. Componentistica di prima qualità, adatta all’utilizzo in condizioni ambientali particolarmente gravose.

  • Componenti accessori

    Completano la gamma per la realizzazione dei trasporti: Valvole Caplet – Attivatori di linea – Terminali di linea – Quadro elettrico – Valvole a farfalla – Serrande a cassetto – Settori di curva – Sonde di livello – Valvole di sicurezza – Filtri a maniche - Valvole a battente – Valvole a settore sferico – Sili di stoccaggio.

Manipolatori

Manipolatori per staffe e motte, Ideali per: Operazioni di verniciatura – Operazioni di accoppiamento e chiusura – Operazioni di manutenzione e riparazione staffe – Operazioni di posizionamento sulle linee.
  • Manipolatori a catena per staffe

    Questa apparecchiatura molto semplice consente di manipolare e in particolare di ruotare lungo un asse staffe di diverse dimensioni. Risulta di grande aiuto all'operatore in tutte le movimentazioni, consentendo operazioni più veloci e sicure. Viene utilizzato sospeso ad un mezzo di sollevamento, tipicamente una gru o un carroponte. Sul braccio centrale scorrono due carrelli indipendenti motorizzati che montano le guide per le catene. E’ possibile così regolare facilmente l’ apertura del manipolatore e adattarla alle diverse misure delle staffe.

    Un motore centrale, tramite un albero al quale sono accoppiate le due ruote dentate, trasmette simultaneamente la movimentazione alle catene, permettendo il ribaltamento della staffa. I componenti elettrici necessari al comando delle motorizzazioni sono posizionati a bordo del manipolatore per una maggiore compattezza dell’installazione. L’operatore comanda le operazioni del manipolatore tramite una pulsantiera remota del tipo comunemente usato per i carroponte, o in alternativa

    con un radiocomando. Sono disponibili diversi modelli a seconda delle portate richieste e delle dimensioni delle staffe da movimentare.

  • Manipolatori manuali

    Consentono la presa per il sollevamento e la rotazione di motte e staffe in funzione del tipo di pinza applicata. La macchina viene utilizzata sospesa ad un sistema di

    sollevamento (ad es. carroponte). Effettua le operazioni di apertura e chiusura a mezzo cilindro idraulico, con regolazione in continuo della forza di chiusura, ed il ribaltamento con gruppo motoriduttore idraulico che consente il movimento nei due sensi, a velocità regolabili.

    La particolare forma delle pinze, nonché un sistema di autoallineamento, garantiscono una presa sempre sicura anche in caso di mancanza di alimentazione elettrica.

    È disponibile come opzionale un sistema di movimento del gancio di sospensione che compensa l’eventuale sbilanciamento dovuto alla conformazione della motta.

Sistemi robotizzati di formatura e movimentazione staffe e motte

  • Postazione di formatura a singolo robot per la manipolazione di motte e staffe

    Cella robotizzata per motte e staffe dal peso max. di 350-400 kg, permette di svolgere in spazi estremamente ridotti diverse fasi del ciclo produttivo. Il robot, allestito con opportuna pinza di presa, manipola staffe e mezze motte, posizionandole in totale autonomia nelle are di indurimento, verniciatura, asciugatura, ramolaggio, gestendo infine la chiusura e il posizionamento sulla linea di colata. L’impianto così strutturato ottimizza gli spazi disponibili, riduce i tempi di handling, garantisce costanza produttiva e permette un’elevata flessibilità di produzione.

Magazzini Verticali

Magazzini verticali per immagazzinamento staffe ed altri materiali (placche, modelli, anime, staffe in raffreddamento, staffe in attesa della fase di colata ecc.).
  • Magazzino verticale

    Tipicamente composto da una struttura a traliccio per le postazioni prodotto e traslo elevatore per le operazioni di prelievo e deposito delle unità di carico. Può essere utilizzato sia come puro magazzino di stoccaggio (placche, modelli etc), sia come postazione di raffreddamento o entrambe contemporaneamente.

Celle robotizzate di sbavatura

Isole di sbavatura automatica robotizzata per getti in ghisa, acciaio e alluminio.
  • Isole robotizzate di sbavatura

    I sistemi di sbavatura WSS, a robot singolo o multiplo, si distinguono per l’elevata flessibilità e la compattezza. A seconda delle esigenze di lavorazione, delle dimensioni e del peso del getto, si realizzano soluzioni con utensile al polso del robot e postazioni di cambio utensile, oppure soluzioni con manipolazione del pezzo e singole unità utensile fisse.

    Le isole possono integrare svariate tipologie di utensili e lavorazioni tra cui smerigliatura (a nastro e disco), foratura, fresatura, limatura rotativa e alternata, punzonatura, contornatura etc.

    Le operazioni di carico e scarico possono essere gestite con svariate soluzioni in base alle esigenze del cliente. Tra le più diffuse sicuramente il sistema a tavola rotante e il sistema con nastro trasportatore e sistema di visione.

Gestione - Foundry 4.0

  • Software di programmazione e ottimizzazione della produzione.

    Questo programma, é uno strumento indispensabile per chi voglia tenere sotto perfetto controllo non solo il funzionamento delle singole macchine o di impianti completi, ma anche l’intero processo produttivo. Una facile interfaccia uomo/macchina permette, attraverso un comune monitor e una tastiera, di avere la visualizzazione globale dell’impianto, di richiamare la singola macchina o di poter impostare e controllare le variabili di processo.

    Il risultato é automatizzazione, velocità di processo e riduzione di errori. Un database dei parametri e lo storico degli eventi permette analisi e confronti di dati che

    aiutano la programmazione della produzione.

    Le funzioni principali del software sono: Sinottici Dinamici per la visualizzazione in tempo reale dell’attività dell’impianto, Diagnostica per la verifica della funzionalità delle singole macchine, Tracking dei modelli per l’individuazione del singolo modello all’interno dell’impianto, Database Modelli che contiene i dati identificativi e i parametri di produzione per ogni singolo modello.

Ricambi Compatibili

Ricambi Compatibili per fonderie No Bake.
  • CONTACT US FOR MORE INFORMATION!

Quadri Elettrici

  • Quadri elettrici MT
  • Quadri elettrici BT
  • MCC Motor Control Center
  • Quadri elettrici di distribuzione
  • Sistemi DCS / ESD
  • Quadri elettrici di comando e controllo
  • Quadri ATEX per specifiche esigenze (Ex-d; Ex-p; Ex-e)
  • Quadri ATEX per segnali a sicurezza intrinseca

Revamping

  • Quadri elettrici
  • Sistema di controllo
  • Sostituzione componenti obsoleti
  • Cablaggi bordo macchina (primari, secondari ed elettrici)
  • Sostituzione strumenti

Assistenza Tecnica

  • Assistenza tecnica Svizzera / estero
  • Montaggi elettrici e meccanici Svizzera / estero
  • Supervisione e commissioning
  • Teleassistenza